Seth

L’unico di noi che ha capito tutto, e ha provato in molti modi a comunicarcelo. Naturalmente i suoi modi. Morsi, spinte, guaiti ed abbai. Abbai così cupi e profondi da far tremare quasi le pareti.

Ha capito che oscure presenze occupano i nostri stessi spazi, senza che noi ce ne accorgiamo. Chi l’avrebbe mai detto che un enorme mastino inglese potesse avere una sensibilità così acuta?

Solo Roland (o Ronald? O come cavolo si chiama… un giorno qualcuno mi spiegherà per quale assurdo motivo un ragazzo di Maruggio debba chiamarsi Roland), non riesce ancora a capacitarsi che un cane possa saperne più di lui.

Ed ora lo hanno rapito. Seth, non Roland.

seth

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...